instagram
twitter

Sign up now to

europolitiche3
europolitiche

Newsletter

europolitiche
The European Parliament begins its tenth term. Metsola re-elected as PresidentAll European politicians condemn the attack on Trump on Saturday 13 JulyThe political summer of the European right. The groups in the EP become three"Europa. Tra presente e futuro": a new book edited by Nicola Verola and Giuliano AmatoOrban meets Putin for ‘peace mission’, angering the EU, worrying UkraineFrance, le résultat des élections est surprenant. La gauche unie gagne, l’extrême droite seulement troisième derrière les macroniensFrance : deuxième dimanche électoral. Un scrutin dont devra sortir la nouvelle assemblée nationaleUK election: Keir Starmer's Labour Party set to win huge majorityECB: Lagarde on French Elections, we are attentive about financial stabilityLa lecture sociologique des élections législatives de 2024 en France : le premier tourLes résultats du premier tour des législatives en FranceLégislatives 2024 en France : Un scrutin décisif, à double inconnues et à enjeux en cascadeThe path from the Top Jobs to the official start of the new European Commission in December 2024Europe chooses Ursula againEurogroup meeting of 20 june 2024EU leaders meet to discuss top jobsL'Université Paris 1 Panthéon Sorbonne a décerné le DHC à Sofia CorradiThe VI Conference and Summer School in Ventotene was held from 9 to 14 JuneThe 50th G7 summit in ItalyEU hits Chinese EVs with tariffsDedicato ad Eugenio Colorni, il quinto appuntamento dei Dialoghi Europei. Europolitiche a Roma con la Fondazione Buozzi e l'Istituto SpinelliEuropean election 2024: Live results and analysisJoe Biden effectue depuis mercredi une visite de cinq jours en FranceECB lowered its key deposit rate to 3.75%, in its first interest rate cut since 2019Marco Buti agli European Dialogues di EuropoliticheMacron and Scholz: all Europeans want a stronger EU in the worldEuropolitiche : Marco Buti guest at the European Dialogues in FlorenceSteinmeier welcomes Macron to Berlin: "We need an alliance of democrats in Europe"Europolitiche: nuovo appuntamento con gli European Dialogues a FirenzeGli European Dialogues del maggio fiorentino di EuropoliticheUK PM Sunak calls surprise July electionMacron to meet German president in first state visit in 24 yearsG7 Finance Meeting in Stresa from 23 to 25 May"L'Europa avvincente": cinque esperti e il loro saggio agli incontri fiorentini di EuropoliticheLagarde: “A genuine capital markets union is needed”.
europolitiche

Macron and Scholz: all Europeans want a stronger EU in the world

29-05-2024 08:01

Europolitiche

Europolitiche, Macro Scholz, europa leader globale, industrie europee, concorrenza europea, antitrust europeo, european antitrust, european competition law,

Macron and Scholz: all Europeans want a stronger EU in the world

Macron e Scholz richiamano da tempo la necessità di ridurre la dipendenza Ue dai partner commerciali extra-europei e “rendere l’Europa un leader globale"

EN - With a new Commission in the offing, the EU's two biggest economies are making their move to change the antitrust rulebook. “We need to review the current European competition rules” to check if they can allow "consortia and consolidation in key sectors" such as mobile networks or airspace "in order to strengthen European resilience," the two governments said in a statement laying out what they think the next European Commission needs to do in the next five years to boost European growth.

IT- Con una nuova Commissione in vista, Francia e Germania, le due maggiori economie dell’UE mirano a  cambiare nell’Ue le norme antitrust, chiedendo una revisione delle regole sulla concorrenza. Macron e Scholz stanno richiamando da tempo la necessità di questo nuovo corso e i ministri economici da Berlino e Parigi ma anche in bilaterali congiunti, hanno illustrato a più riprese cosa pensano che il prossimo esecutivo europeo dovrà fare nei prossimi cinque anni per rilanciare la crescita europea. 

 

I ministri di Francia e Germania, a margine di un incontro durante la visita di Stato dal 26 al 28 maggio del presidente francese Macron a Berlino, hanno affermato che serve uno sforzo più ampio per ridurre la dipendenza dell’Europa dai partner commerciali extra-europei e “rendere l’Europa un leader globale” nelle tecnologie a zero emissioni nette, nell’intelligenza artificiale, nelle tecnologie quantistiche, nello spazio e nell’aeronautica, nelle biotecnologie, nella robotica, nella mobilità e nelle sostanze chimiche.

In una nota i due governi hanno rilevato che occorre "rivedere le attuali regole europee sulla concorrenza" per verificare se possono consentire "consorzi e consolidamento in settori chiave" come le reti mobili o lo spazio aereo "al fine di rafforzare la resilienza europea". Gli stessi ministri insistono perché importanti progetti di comune interesse europeo, che convogliano denaro da diversi governi verso programmi industriali chiave, siano “ottimizzati, per promuovere una tecnologia profonda e un’innovazione dirompente”. La procedura di autorizzazione dell’UE per tali sussidi deve essere più semplice e veloce, hanno affermato, e potrebbe essere combinata con altre forme di finanziamento dell’UE.

L’appello include il programma “Buy Europe” di Macron, che si spinge fino a chiedere linee preferenziali da dare alle imprese europee per potersi permettere l'aggiudicazione di "appalti pubblici in settori strategici, come la difesa e lo spazio”. Secondo Parigi e Berlino le Big Tech devono inoltre pagare commissioni di supervisione per il Digital Markets Act in modo da consentire “un’implementazione e un monitoraggio accurati”. 

Per evitare che la Corte UE possa minare il modo in cui la Commissione esamina gli accordi problematici nelle fusioni ed acquisizioni, Parigi e Berlino si dichiarano pronte ad operare per giungere all’adeguamento “delle attuali norme e regolamenti UE sul controllo delle fusioni al fine di affrontare le acquisizioni strategiche di potenziali concorrenti che impediscono l'innovazione ("acquisizioni killer")".

Si prospetta tanto lavoro per la nuova Commissione che verrà, con i grandi Stati che non intendono lasciare troppi margini di manovra ai concorrenti extraeuropei nella competizione industriale e produttiva globale.

 

staff @europolitiche.it

Cross-media in Italian on the policies of European institutions and governments of European Union countries

Cross-media in Italian on the policies of European institutions and governments of European Union countries


instagram
twitter
whatsapp

WEBSITE CREATED BY Q DIGITALY

©2021-2022 di Europolitiche.it